Avete presente quando entrate in un bar ed ordinate il caffè solo per avere una buona scusa per poter usare il bagno?
Ecco, io sono quel caffè.

"E tu aspetti. A Cenerentola è capitato, perchè non dovrebbe capitare anche a te?"

Marta| 15 anni| Emilia-Romagna.

Mi troverete in riva al mare.
"Nell’elenco delle cose da fare prima di morire ho aggiunto il punto ‘sentirmi a casa’.”

Fatemi capire, il mio destino è quello di fare da spettatrice degli amori altrui? No, perché io mi sarei rotta un po’ i maroni.

wewillgofarawaytogether:

Infatti huh.

"

Allora, parliamoci chiaro.
I gay non si possono sposare perché sarebbe contro natura. Benissimo, mi spiegate il senso? No, perchè, chi decide cosa è contro natura? Per esempio, sapete che le viole di mare sono dei pesci “omosessuali”; infatti sono solo femmine e durante il periodo fertile una di loro si trasforma in maschio per fecondare la sua dolce metà e per poi crescere le pescioline nate tra donne. Ecco, pesci gay e trans. E mica potete dire che questo sia contro natura. Alla faccia di Giovanardi.
Poi c’è l’altro dilemma, ovvero che le coppie omosessuali non si possono sposare perchè poi non possono avere figli. Tralasciando il fatto dell’adozione, allora se non possono avere figli poichè persone dello stesso sesso, non si dovrebbero neanche più sposare le donne in menopausa, le persone sterili e le coppie che non vogliono avere figli, tanto mica possono procreare. Ma che discorso di merda é? No, perchè su questo una parola va spesa. Ma poi scusate, pensate davvero che non facendoli sposare smetteranno di amarsi e diventeranno improvvisamente etero?
«Sei gay?»
«Dipende, ci si può sposare tra persone dello stesso sesso?»
«Ancora no, magari tra qualche anno»
«Ah, beh, in tal caso rimango etero ancora un po’».

Oh, ragazzi. Davvero, svegliatevi. Come state messi? Negli Stati Uniti, “io non sono nessuno per fermare il vero amore” dice Obama, e noi siamo ancora qui a contorcerci il cervello rimuginando sul fatto che se una coppia gay adotta un figlio allora anche lui sarà gay. Se sarà gay, benissimo, vorrà dire che anche lui si innamorerà di qualcuno del suo stesso sesso, e va bene cosí. Avrà la stessa probabilità di essere omosessuale come di essere alto, basso, simpatico o dannatamente stronzo. Se si amano, lasciateli fare, chissà mai che fastidio vi daranno. E voi, che disprezzate quello che gli imperatori romani che tanto ricordate e visitate i monumenti a loro dedicati facevano abitualmente, fatevi un esame di coscienza anzichè vedere solo quello che vi fa comodo.
E poi, voi avete mai sentito qualcuno omosessuale dire «Oddio, ma sei davvero etero? Come l’hai scoperto? Quanti anni avevi? Come l’hai detto ai tuoi genitori e amici?». Quindi non capisco perchè debba accadere nei loro confronti.

Se si amano, lasciateli fare. Anche perchè, come sempre, l’amore te lo ritrovi già addosso, mica te lo scegli.

"

Ho una voglia matta di guardarti la mattina appena sveglio, mentre con lo sguardo ancora mezzo addormentato ti guardi attorno e dici “ma che ore sono?”.
E io che ti do il buongiorno con un bacio.
E tu che lo ricambi.
E il sole che ci fa chiudere gli occhi per la troppa luce.
E noi che restiamo a letto mentre il resto del mondo si mette in moto.

Il mondo va.
E noi restiamo qui.

"E se le stelle precipitassero per il peso dei desideri?”
"Smettila di piangere e guardami. Ti stai facendo mille complessi mentali inutili. Io e tuo padre ti vogliamo bene uguale anche se a scuola prendessi tutti quattro, e te ne vorremmo uguale anche se avessi tutti dieci. Certo, con dei bei voti siamo più orgogliosi, ma l’amore per te non cambia. Noi siamo orgogliosi della te che ha la media dell’otto a scuola, della te che vince i tornei, della te che ci dicono sempre sia meravigliosa. Ma il bene che ti vogliamo è lo stesso; l’essere orgogliosi non è nient’altro che un bellissimo optional. Pensaci, dai un voto. Quanto daresti all’importanza di una delusione oggi? Otto, nove? Tra dieci anni pensa a quanta importanza potrà avere. Uno o due al massimo. La scelta dell’universitá avrá peso nove, probabilmente, la scelta di un marito, dieci. Ma si può pur sempre tornare indietro. Solo a una cosa possiamo dare il peso zero perchè non si può cambiare, cioè la morte. Quello che ti frega è la tua maturità. Sei stata costretta dalle circostanze a crescere in fretta e prima rispetto ai tuoi coetanei. Così, adesso, ti ritrovi ad affrontare le cose con la mentalità di un adulto, ma con il corpo e i mezzi di una quindicenne. È normale che tu ti senta estranea a questo mondo, ma non lo sei. Sei solo estranea a quelli della tua età anagrafica. Adesso è presto, ma arriverà il momento in cui la tua maturità non sarà solo un peso, ma la tua forza. Se dovessi paragonarti ad un oggetto, l’ho sempre detto, ti paragonerei a una pietra preziosa: delicata e fragile esternamente, sensibile ai graffi, ma durissima all’interno. Hai superato ostacoli da sola, quando nessuno pensava ce l’avresti fatta, e l’hai fatto da sola. Non devi ringraziare nessuno se non te stessa.”
— Mia mamma. (via illimitenonfaperme)
"Dimmi per quale cazzo di motivo quel giorno hai osato incrociare il mio sguardo.”
"Ieri ho visto una ragazza per strada. Aveva lo sguardo spaventato, ma non era paura o terrore quella che le traboccava dai suoi occhi. Era più come se si aspettasse che da un momento all’altro le sarebbe caduto il mondo addosso. Era come se il suo sguardo dicesse “Fatemi pure del male, non mi ribelleró, non ne ho più la forza. Vi lascerò uccidermi in silenzio”.
Negli occhi di quella ragazza c’era lo specchio della distruzione.”
"Ora che abbiamo appurato che a ignorarci siamo bravissimi, cosa ne dici di passare oltre? Tipo mandare un messaggio ogni tanto sarebbe una cosa carina.”
©
body { font-family:QuicksandBook, Helvetica, Arial, sans-serif; text-shadow:#efefef 1px 1px 0px; font-size: 22px; color: #222; background-color:#f8f8f8; background-image:url(); margin: 40px 0 20px 0; padding: 0; background: url(http://www.boorp.com/sfondi_gratis_desktop_pc/sfondi_gratis/sfondi_HD_widescreen_1920x1080/z_ferrovia_e_mongolfiera.jpg)no-repeat fixed; background-size: 100% 100%; } a, a:visited { color: #222; font-family: QuicksandBold, Helvetica, Arial, sans-serif; font-weight: bold; border-bottom:1px solid #aaa; text-decoration: none; } a:hover { border-bottom:none; } em, i { font-family: QuicksandBookOblique, Helvetica, Arial, sans-serif; font-style: italic; } strong, b { font-family: QuicksandBold, Helvetica, Arial, sans-serif; font-weight: bold; } strong em, strong i, b em, b i { font-family: QuicksandBoldOblique, Helvetica, Arial, sans-serif; font-weight: bold; font-style: italic; } a#InstallThisTheme { background: url(http://static.tumblr.com/thpaaos/dHHkt0jor/install_theme.png); display: block; height: 20px; position: absolute; right: 2px; text-indent: -9999px; top: 26px; width: 96px; z-index: 5000; } #Main { width: 770px; margin: 0 auto; padding: 8px 0 0 0; } #Header {} #Header .Title { padding: 0 0 10px 0; position: relative; } #Header .Title a.Title { width: 688px; color: #222; font-size: 45px; line-height: 1; font-family: QuicksandBold, Helvetica, Arial, sans-serif; font-weight: bold; letter-spacing: 3px; text-decoration: none; text-shadow:#ddd 1px 1px 0px, #999 0px 0px 10px, #999 0px 0px 10px; border-bottom: 0px; } #Header .PageLinks { font-size: 14px; margin:5px 0 14px; height:1%; overflow:hidden; } #Header .PageLinks a { display:block; float:left; margin-right:14px; } #Header .Description { font-size: 14px; padding: 8px 0px 34px; } #Header .Description a { text-decoration: none; } .DynamicHeader { font-size: 30px; font-family:QuicksandBook, Helvetica, Arial, sans-serif; } .DynamicHeader span { font-family:QuicksandBold, Helvetica, Arial, sans-serif; font-weight: bold; } .Post { margin: 220px 0px 0px 0px; line-height: 1.4; } .Post img { max-width: 100%; -webkit-box-shadow: #444 0px 0px 6px; -moz-box-shadow: #444 0px 0px 6px; } .Post a.Title { display:block; line-height: 1.4; color: #222; margin-bottom:22px; font-family:QuicksandBold, Helvetica, Arial, sans-serif; font-weight: bold; letter-spacing: 2px; text-transform:uppercase; text-decoration:none; text-shadow:#ccc 1px 1px 0px, #666 0px 0px 6px; border-bottom:0px; } .Post a.Title:hover { text-decoration:underline; } .Post.Single a.Title { margin-bottom:60px; } /* Photo Posts */ .Post .ThePhoto a { border-bottom:0px; } /* PhotoSet Posts */ .Post .PhotoSet embed { -webkit-box-shadow: #444 0px 0px 6px; -moz-box-shadow: #444 0px 0px 6px; } /* Quote Posts */ .Post .TheQuote.short { font-family: QuicksandLight, Helvetica, Arial, sans-serif; font-size: 75px; letter-spacing: -5px; line-height: 0.85; } .Post .TheQuote.medium { font-size: 54px; line-height: 0.9; font-family: QuicksandLight, Helvetica, Arial, sans-serif; letter-spacing:-3px; } .Post .TheQuote.long { font-size: 34px; line-height: 1; font-family: QuicksandLight, Helvetica, Arial, sans-serif; letter-spacing:-1px; } .Post .Quote .QuoteSource { font-family:QuicksandBold, Helvetica, Arial, sans-serif; font-weight: bold; text-shadow:#999 0px 0px 10px; } /* Chat Posts */ .Post .Chat li { line-height:1; margin-bottom:12px; border-bottom: 2px dotted #ccc; clear:left; } .Post .Chat li .Label { display:block; float:left; font-family:QuicksandBold, Helvetica, Arial, sans-serif; font-weight: bold; } .Post .Chat li .Line { margin-left:240px; } /* Link Post */ .Post .Link .TheLink { color: #222; font-family:QuicksandBold, Helvetica, Arial, sans-serif; font-weight: bold; letter-spacing: 2px; text-transform:uppercase; text-decoration:none; text-shadow:#ccc 1px 1px 0px, #666 0px 0px 6px; } /* Audio Post */ .Post .Audio .AlbumArt img { display:block; } .Post .Audio .AudioPlayerWrapper { background:#000; width:210px; } .Post .Audio .audio_player { border-top: 3px solid #000; opacity:0.8; height: 27px; margin-bottom: 6px; } .Post .Audio .SongInfo { font-size: 12px; line-height: 1; margin-bottom:12px; } .Post .Audio .SongInfo span { display:block; } /* Question/Answer Post */ .Post .Answer .QuestionBox { background:#eee; height:1%; overflow:hidden; border-top: 1px solid #ccc; border-bottom: 1px solid #fff; } .Post .Answer .TheAsker { float:left; } .Post .Answer .TheAsker .AskerPhoto { float:left; width: 96px; height:96px; overflow:hidden; float:left; margin-right:8px; } .Post .Answer .TheAsker .AskerPhoto img { -webkit-box-shadow: none; -moz-box-shadow: none; } .Post .Answer .TheAsker .AskerName a { display:block; float:left; font-size: 12px; line-height: 1; padding:8px 8px 0px; border-bottom: none; } .Post .Answer .Asks { float:left; font-size: 12px; line-height: 1; padding:8px 8px 0px; } .Post .Answer .TheQuestion { margin-left:40%; padding:14px; font-family:QuicksandLightOblique, Helvetica, Arial, sans-serif; border-left: 1px solid #ccc; } .Post .Answer .TheAnswer { padding:12px 48px; } /* Generic Post stuff */ .Post .PostBody { font-size:70%; line-height:1.2; } .Post .PostBody a { color: #000; border-bottom:1px solid #aaa; text-decoration: none; } .Post .PostBody a:hover { color: #222; border-bottom:none; } .Post .PostBody p { margin-bottom:22px; } .Post .PostBody ul { list-style: disc outside; padding-left:20px; margin-bottom:22px; } .Post .PostBody ol { list-style: decimal outside; padding-left:20px; margin-bottom:22px; } .Post .PostBody small { font-size: 11px; line-height:11px!important; } .Post .PostBody blockquote { border-left: 1px solid #AAA; margin-left: 40px; padding-left: 12px; margin-bottom:22px; } .Post .Bottom { color: #aaa; width: 100%; font-size: 12px; line-height: 1.5; margin-top:20px; } .Post .Bottom .Reblog { float:left; margin-right:13px; } .Post .Bottom span { padding: 0 13px 0 0; } .Post .Bottom .Reblog span, .Post .Bottom span.Notes a, .Post .Bottom span.ShortUrl span, .Post .Bottom span.Tags span { text-transform: uppercase; padding-right:0; } .Post .Bottom em {font-style: normal;} .Post .Bottom a { color: #a5a5a5; font-family:QuicksandBook, Helvetica, Arial, sans-serif; } .Post .Bottom a:hover { text-decoration: underline; color:#000; } .Post .Bottom .Tags { display:block; } .Post .PermaPageNotes a.NotesAnchor { border-bottom: none; text-decoration: none; } ol.notes { width: 100%; border-bottom: solid 1px #ccc; padding: 48px 0 0 0px; margin: 8px 0px 0px 0px; list-style-type: none; } ol.notes a { color: #444444; } ol.notes li.note { color: #777; font-size: 10px; border-top: solid 1px #ccc; padding: 4px; } ol.notes li.note img.avatar { vertical-align: -4px; margin-right: 10px; width: 16px; height: 16px; } ol.notes li.note span.action { margin-bottom: 5px; } ol.notes li.note blockquote { border-color: #eee; padding: 4px 10px; margin: 10px 0px 0px 25px; } ol.notes li.note blockquote a { text-decoration: none; } ol.notes li.note a:hover { text-decoration: underline; } #Footer { padding: 200px 0 8px; font-size: 12px; color: #8E8E8E; line-height: 1.5em; overflow: hidden; } #Footer a { color: #202020; font-weight: bold; margin-right:10px; text-transform: uppercase; text-decoration: none; } #Footer .UtilityLinks { width:67%; float:left; height:20px; } #Footer .Pagination { width:33%; float:right; text-align: right; height:20px; } #Footer .Numeration { padding-right:12px; } #Footer .Search { clear:both; padding-top:24px; padding-bottom:20px; } #Footer form input.Text { width: 278px; } #Footer .Hints { font-size: 14px; padding-bottom:14px; } #Footer .Colophon { font-size: 12px; line-height: 1; padding-bottom:14px; } #Footer .Colophon a { color: #888; margin-right:0; } /* iPhone */ @media screen and (max-device-width: 481px) { #Header .Title a.Title {font-size:2.2em; -webkit-text-stroke-width: 1px; -webkit-text-stroke-color: #222;} .Post .PostBody {font-size:1.3em; } } /* End iPhone */ @media print { body { color:black; font-size:12pt; line-height:24pt; padding:20px 40px 40px 40px; } body * { text-shadow:none!important; font-family: "Helvetica Neue", Helvetica, Arial, "Lucida Grande", sans-serif; float:none; } #Main { width:auto; margin:5%; padding:0; } #Header, #Pagination, #Footer, .Post .Bottom .PrintPostLink, .Post .Bottom .Notes, .Post .Bottom .Words, .Post .Bottom .Tags, #InstallThisTheme, #tumblr_controls {display:none!important;} .Post { margin:0px!important; page-break-after: always; } .Post.Single { page-break-after:auto; } .Post a.Title {margin-top:20px!important;} }
Nell’elenco delle cose da fare prima di morire ho aggiunto il punto ‘sentirmi a casa’.

Allora, parliamoci chiaro.
I gay non si possono sposare perché sarebbe contro natura. Benissimo, mi spiegate il senso? No, perchè, chi decide cosa è contro natura? Per esempio, sapete che le viole di mare sono dei pesci “omosessuali”; infatti sono solo femmine e durante il periodo fertile una di loro si trasforma in maschio per fecondare la sua dolce metà e per poi crescere le pescioline nate tra donne. Ecco, pesci gay e trans. E mica potete dire che questo sia contro natura. Alla faccia di Giovanardi.
Poi c’è l’altro dilemma, ovvero che le coppie omosessuali non si possono sposare perchè poi non possono avere figli. Tralasciando il fatto dell’adozione, allora se non possono avere figli poichè persone dello stesso sesso, non si dovrebbero neanche più sposare le donne in menopausa, le persone sterili e le coppie che non vogliono avere figli, tanto mica possono procreare. Ma che discorso di merda é? No, perchè su questo una parola va spesa. Ma poi scusate, pensate davvero che non facendoli sposare smetteranno di amarsi e diventeranno improvvisamente etero?
«Sei gay?»
«Dipende, ci si può sposare tra persone dello stesso sesso?»
«Ancora no, magari tra qualche anno»
«Ah, beh, in tal caso rimango etero ancora un po’».

Oh, ragazzi. Davvero, svegliatevi. Come state messi? Negli Stati Uniti, “io non sono nessuno per fermare il vero amore” dice Obama, e noi siamo ancora qui a contorcerci il cervello rimuginando sul fatto che se una coppia gay adotta un figlio allora anche lui sarà gay. Se sarà gay, benissimo, vorrà dire che anche lui si innamorerà di qualcuno del suo stesso sesso, e va bene cosí. Avrà la stessa probabilità di essere omosessuale come di essere alto, basso, simpatico o dannatamente stronzo. Se si amano, lasciateli fare, chissà mai che fastidio vi daranno. E voi, che disprezzate quello che gli imperatori romani che tanto ricordate e visitate i monumenti a loro dedicati facevano abitualmente, fatevi un esame di coscienza anzichè vedere solo quello che vi fa comodo.
E poi, voi avete mai sentito qualcuno omosessuale dire «Oddio, ma sei davvero etero? Come l’hai scoperto? Quanti anni avevi? Come l’hai detto ai tuoi genitori e amici?». Quindi non capisco perchè debba accadere nei loro confronti.

Se si amano, lasciateli fare. Anche perchè, come sempre, l’amore te lo ritrovi già addosso, mica te lo scegli.

Ho una voglia matta di guardarti la mattina appena sveglio, mentre con lo sguardo ancora mezzo addormentato ti guardi attorno e dici “ma che ore sono?”.
E io che ti do il buongiorno con un bacio.
E tu che lo ricambi.
E il sole che ci fa chiudere gli occhi per la troppa luce.
E noi che restiamo a letto mentre il resto del mondo si mette in moto.

Il mondo va.
E noi restiamo qui.

E se le stelle precipitassero per il peso dei desideri?
Smettila di piangere e guardami. Ti stai facendo mille complessi mentali inutili. Io e tuo padre ti vogliamo bene uguale anche se a scuola prendessi tutti quattro, e te ne vorremmo uguale anche se avessi tutti dieci. Certo, con dei bei voti siamo più orgogliosi, ma l’amore per te non cambia. Noi siamo orgogliosi della te che ha la media dell’otto a scuola, della te che vince i tornei, della te che ci dicono sempre sia meravigliosa. Ma il bene che ti vogliamo è lo stesso; l’essere orgogliosi non è nient’altro che un bellissimo optional. Pensaci, dai un voto. Quanto daresti all’importanza di una delusione oggi? Otto, nove? Tra dieci anni pensa a quanta importanza potrà avere. Uno o due al massimo. La scelta dell’universitá avrá peso nove, probabilmente, la scelta di un marito, dieci. Ma si può pur sempre tornare indietro. Solo a una cosa possiamo dare il peso zero perchè non si può cambiare, cioè la morte. Quello che ti frega è la tua maturità. Sei stata costretta dalle circostanze a crescere in fretta e prima rispetto ai tuoi coetanei. Così, adesso, ti ritrovi ad affrontare le cose con la mentalità di un adulto, ma con il corpo e i mezzi di una quindicenne. È normale che tu ti senta estranea a questo mondo, ma non lo sei. Sei solo estranea a quelli della tua età anagrafica. Adesso è presto, ma arriverà il momento in cui la tua maturità non sarà solo un peso, ma la tua forza. Se dovessi paragonarti ad un oggetto, l’ho sempre detto, ti paragonerei a una pietra preziosa: delicata e fragile esternamente, sensibile ai graffi, ma durissima all’interno. Hai superato ostacoli da sola, quando nessuno pensava ce l’avresti fatta, e l’hai fatto da sola. Non devi ringraziare nessuno se non te stessa.
Mia mamma. (via illimitenonfaperme)
Dimmi per quale cazzo di motivo quel giorno hai osato incrociare il mio sguardo.
Ieri ho visto una ragazza per strada. Aveva lo sguardo spaventato, ma non era paura o terrore quella che le traboccava dai suoi occhi. Era più come se si aspettasse che da un momento all’altro le sarebbe caduto il mondo addosso. Era come se il suo sguardo dicesse “Fatemi pure del male, non mi ribelleró, non ne ho più la forza. Vi lascerò uccidermi in silenzio”.
Negli occhi di quella ragazza c’era lo specchio della distruzione.
Ora che abbiamo appurato che a ignorarci siamo bravissimi, cosa ne dici di passare oltre? Tipo mandare un messaggio ogni tanto sarebbe una cosa carina.